RIQUALIFICARE LO SPAZIO URBANO: Il Borgo di Antignano Progettazione parametrica e progetto ambientale

“…L’aria era densa di discussioni appassionate su computer, programmazione, macchine, codici generativi, e gli architetti la respiravano a pieni polmoni. La scienza prese il posto dello stile e ne nacque una nuova idea di progettazione […] “ Carlo Ratti da “Architettura Open Source”

La documentazione proposta nella presente Tesi di Laurea, è il frutto di un personale percorso di ricerca nell’ambito disciplinare della Tecnologia dell’Architettura. Il percorso è stato caratterizzato da una matrice fortemente sperimentale in termini di obiettivi preposti, ovvero della formulazione di una proposta progettuale orientata alla mitigazione e all’adattamento dello spazio urbano in regime di Climate Change, ma soprattutto, ed è questo il tema centrale della presente Tesi di Laurea, all’utilizzo di strumenti informatici avanzati e alla programmazione ad hoc di Tools, come strumenti per una progettazione integrata.
Tali strumenti si sono rivelati in grado di assistere il progettista nella fase istruttoria del metaprogetto e, in un secondo momento, di controllare e verificare la Resilienza della proposta progettuale.

Attraverso un approccio parametrico ed una codificazione algoritmica, come contributo originale, si è cercato di definire una metodologia che potesse essere un aiuto concreto alla progettazione architettonica ed ambientale.

Infine, è mia personale premura precisare il duplice aspetto sperimentale esperito in questi dieci mesi di studio e di ricerca profusi in questa Tesi: in primo luogo la progettazione ambientale formulata a valle di recenti studi scientifici in termini di comfort microclimatico; in secondo luogo l’adozione di un approccio informatico in un’ ottica di Data design, in quanto l’aspetto parametrico risulta “meno evidente” perchè non direttamente legato alla “produzione finale di un oggetto”, ma orientato al controllo/gestione/verifica di informazioni e benchmark.

Per completezza di forma e di contenuti si è ugualmente data dimostrazione di come questo approccio, fatto di codici generativi, mettesse in luce la sua espressione concreta e tangibile attraverso la morfogenesi di elementi di arredo urbano e la risoluzione di problemi complessi per la ricerca e l’ottimizzazione della forma.

..I tempi nuovi chiedono un’espressione adeguata […]”  Walter Gropius

la Tesi di Laurea è stata vissuta come una ulteriore occasione per approfondire alcuni aspetti e problematiche inerenti alla progettazione nel suo significato più ampio.
Ho colto questa occasione lasciando che il mio ambito di studi fosse contaminato dai nuovi linguaggi dell’architettura e dalla forma mentis maturata nei miei precedenti studi nel corso di laurea in ingegneria aerospaziale.

L’adeguamento ai tempi nuovi è stato solo uno spunto, per ricordarmi che la realtà in cui “operiamo” è dinamica e sfuggente, ma siamo anche costantemente connessi gli uni agli altri, agli oggetti… il tutto grazie alla interattività della Rete. Da autodidatta ho voluto integrare la comunicazione del progetto, ufficialmente statica, a quella dinamica del Web.

La Tesi di Laurea è, però, soprattutto un momento personale di crescita e di riflessione, e in quanto tale è solo il punto di partenza per la ricerca del proprio “tema” personale come futuro Architetto.

 

How to cite this Research work
Please if you want to cite this Research work (in publication phase) totally or partially, enter this DOI reference: 10.13140/RG.2.2.35716.68488